Tastiera Meccanica – Migliori Modelli, Opinioni e Prezzi

In questa guida spieghiamo come scegliere una tastiera meccanica.

Si comincia con il dire che questa tipologia di tastiere è la migliore in assoluto, perché ti assicura diversi vantaggi, soprattutto se paragonata alle tastiere a membrana. Di contro, la fase di scelta non è mai semplice, perché si tratta di un’operazione che dovrà partire da una completa conoscenza delle caratteristiche di questi dispositivi. Ecco spiegato perché oggi vedremo insieme quali sono i fattori più importanti per portarti a casa una tastiera meccanica, che sia adatta alle tue specifiche esigenze.

Cosa Sono le Tastiere Meccaniche

Per iniziare, ciò che rende una tastiera meccanica sono gli switch, o interruttori. La maggioranza delle tastiere economiche oggi utilizza la tecnologia a cupola detta anche a membrana. I copri tasto si trovano sopra a una cupola di silicone che, quando un tasto viene premuto, fa fare contatto a due tracce di rame e registra una pressione del tasto. Anche se questo meccanismo è semplice ed economico da realizzare per i produttori, ha lo svantaggio di richiedere una forza relativamente grande, il che può risultare in una sensazione pesante e pastosa e in una mancanza di feedback tattile o uditorio quando digiti. In più, dopo un periodo di tempo abbastanza breve, 5 milioni di pressioni circa, le cupole possono piegarsi, funzionare in maniera peggiore o smettere di funzionare del tutto. Questo significa che sarai costretto a sostituire la tastiera almeno una o due volte durante il ciclo di utilizzo del computer.
Gli interruttori meccanici vantano valori pari a 50 milioni di pressioni e più per switch, e possono durare molto di più del computer con cui le utilizzi.

Gli switch meccanici, inoltre, evitano completamente il silicone. Premere un tasto attiva uno switch fisico vero e proprio che registra ciò che scrivi. Visto che le parti utilizzate sono molto più solide di quelle utilizzate nelle tastiere a membrana, le tastiere meccaniche hanno di solito una durata superiore.

Le tastiere meccaniche tendono a essere più spesse, più pesanti e più costose rispetto alla loro controparte con tecnologia a membrana. Questo le rende qualcosa di più di un semplice investimento, considerando che con ogni probabilità ti ripagheranno in pieno se la qualità della digitazione ti interessa davvero.

Come Scegliere una Tastiera Meccanica

Nella nostra guida su come scegliere una tastiera Bluetooth ti abbiamo già spiegato cosa risulta essere il layout e quanto conta questo aspetto particolare. In ogni caso, occorre ripassare la questione, anche perché si tratta di un argomento molto semplice da trattare. In pratica, per layout si fa riferimento alla disposizione fisica dei tasti sulla tastiera, dunque al loro ordine. In Italia siamo soliti usare le tastiere con un layout QWERTY, dunque i dispositivi che vedono proprio queste sei lettere posizionate in cima, da sinistra verso destra.

La prima cosa che devi fare, quindi, è assicurarti di acquistare un prodotto con un layout di questa tipologia. Se non lo farai, ti ritroverai con diverse difficoltà in fase di digitazione, dato che passerà molto tempo prima che tu possa abituarti. In secondo luogo, per layout si intende anche una struttura che può ospitare o meno certi tasti particolari. Qui di seguito abbiamo deciso di elencarti quali soluzioni trovi sul mercato.
-Layout standard europeo, è un layout QWERTY, una tastiera classica che include al suo interno tutti i tasti comuni.
-Tenkeyless, questa versione QWERTY include tutti i tasti tranne quelli del tastierino numerico, che in genere si trovano sulla destra.
-Ultracompatta, la tastiera QWERTY ultracompatta non solo non include il tastierino numerico, ma accorpa tutti i tasti insieme, senza spaziature tra le varie parti. In sintesi, la parte destra si trova a diretto contatto con i tasti centrali.

In base al modello che sceglierai di comprare, potrebbero essere presenti anche altri tasti speciali, come i tasti Funzione. Naturalmente ti conviene scegliere questi dispositivi soltanto se ne hai una reale necessità.

Un elemento fondamentale, nella scelta di una tastiera meccanica, è rappresentata dagli switch.
Per switch, come anticipato, si fa riferimento al meccanismo del tasto della tastiera, che potrebbe avere caratteristiche diverse in base al prodotto. Per giudicare correttamente uno switch, serve prendere in analisi i seguenti aspetti.
-Forza di attuazione. Quando si parla di forza di attuazione, si fa riferimento alla resistenza che oppone il tasto quando viene spinto o premuto. Risulta essere molto importante saperlo, visto che in commercio puoi trovare tasti con una forza di attuazione diversa. Ci sono tastiere con uno switch più morbido e dispositivi con una resistenza più dura. Considera, poi, che la forza di attuazione è un valore che viene sempre misurato in cN, centesimi di Newton, o grammi.
-Corsa. Risulta essere la misura che indica la distanza che il tasto deve percorrere, quando viene premuto, per l’attuazione del comando o per raggiungere la base. Di solito questo valore viene diviso in fine corsa, in genere 4 millimetri, e attuazione, 2 millimetri circa.
-Feedback. Risulta essere la risposta data dallo switch quando viene premuto, e può essere di due tipi, cioè
Audio, quando premendo un tasto si avverte il suono della pressione click, questo può essere molto pronunciato o meno a seconda degli switch usati.
Tattile, quando premendo un tasto si percepisce uno scalino nel momento dell’attivazione dell’interruttore.
-Saldatura dei tasti. Nelle tastiere meccaniche comuni, gli switch sono sempre saldati, dunque non possono essere rimpiazzati. Nei modelli più costosi, invece, i tasti non sono saldati, e di conseguenza possono essere sostituiti con facilità.

Risulta essere possibile individuare certi tipi di switch oggi molto diffusi, e che meritano dunque un approfondimento. Risulta essere importante scoprirli, perché ad ogni tipologia di switch corrispondono caratteristiche differenti, da studiare per una scelta corretta.

Blue Switch
Si comincia dal Blue Switch, ovvero dal sistema di tasti più comune e impiegato oggi. Per quanto riguarda i valori, questi tasti posseggono un’attuazione di 2 millimetri e un fine corsa di 4 millimetri, mentre la forza di attuazione corrisponde a circa 50 cN. Se si parla di feedback, la Blue Switch fornisce una risposta di tipo sia sonoro che tattile. Va comunque specificato che sul mercato si possono trovare diverse categorie di Blue Switch, e si tratta delle seguenti.
-MX Green è una variante molto dura, visto che possiede una forza di attuazione che arriva a 80 cN.
-MX White ha una forza di attuazione pari a 80 cN e il tasto produce anche un leggero feedback sonoro.
-MX Grey è la variante più dura in assoluto, con una forza di attuazione pari a 105 cN.

Brown Switch
Anche in questo caso ci troviamo davanti ad un sistema di switch molto comune nelle tastiere odierne, anche se si rivela più morbido rispetto al precedente. Questo per via di una forza di attuazione che in genere si attesta intorno ai 45 cN, mentre la corsa rimane identica alla tipologia vista poco sopra.
Infine, possiede un tipo di risposta tattile e non sonoro, cosa che la rende ideale per chi usa la tastiera per i videogiochi o per scrivere per molte ore.

Red Switch
Si parla del sistema di switch che viene quasi sempre utilizzato dalle tastiere per il gaming, e questo per via di caratteristiche molto particolari.
Intanto non fornisce feedback, e possiede una forza di attuazione piuttosto bassa, con un massimo di 45 cN.
La corsa è uguale alle precedenti, ma si sconsiglia di usarle per scrivere, il tutto per via del rischio di premere accidentalmente un tasto non desiderato.

Black Switch
Una tipologia di switch non semplice da trovare, con delle specifiche tecniche particolari. In pratica, il Black Switch è quasi identico al Red, dato che è lineare, dunque senza feedback, e con la medesima corsa.
A differenza degli switch per il gaming, però, questo risulta essere molto più duro, con una forza di attuazione che arriva a 60 cN. A seconda delle versioni possono anche arrivare a 80 o a 150 cN. Se ti trovi bene con i tasti duri, sappi che questa tipologia è molto indicata, anche se rara.

Clear Switch
Un altro sistema raro da trovare, con una forza di attuazione pari a 55 cN e le solite misure in termini di corsa. La sua caratteristica principale è un feedback di tipo tattile davvero forte.

Troviamo poi altri elementi da prendere in considerazione nella scelta di una tastiera meccanica.
-Keycap. Risulta essere la copertura del tasto, dunque quella che entra a contatto con le dita. Può variare sia in termini di forma, piatti o a cilindro, che di materiali plastici utilizzati. Da sottolineare che potrebbe variare anche il metodo usato per stampare le lettere.
-Anti Ghosting. Questa funzione è spesso presente nelle migliori tastiere gaming e consente di premere più tasti in contemporanea, utili per le combo complesse. Di solito il numero di tasti che possono essere premuti in contemporanea arriva intorno alle quattro unità, ma può anche essere maggiore.
-Retroilluminazione. Potresti aver bisogno della retroilluminazione, che sia di un unico colore o di un intero spettro RGB programmabile a tuo piacimento.
-Tasti Aggiuntivi. Potresti trovare utili i controlli multimediali, basati su tasti separati o su tasti multifunzione. Inoltre, i tasti macro possono rivelarsi fondamentali nei giochi, dal momento che possono eseguire per te azioni noiose e ripetitive, rendendo l’esperienza di gioco migliore.

Recensione Migliori Tastiere Meccaniche

Vediamo quali sono le migliori tastiere meccaniche presenti sul mercato.

Drevo Tyrfing V2
Quando si parla di tastiere meccaniche, sono molti gli elementi da considerare, e tra questi troviamo ovviamente il prezzo del dispositivo. Se è tua intenzione acquistare un dispositivo economico ma comunque performante, allora la tastiera Drevo Tyrfing V2 è quello che fa per te. Soprattutto se stai cercando un prodotto progettato per il gaming, date le caratteristiche particolari di questo modello. Non a caso, all’interno di una fascia di prezzo medio bassa, la tastiera in questione viene considerata tra le migliori. Per iniziare, per la presenza di cinque tasti macro, che possono essere programmati come meglio credi. In secondo luogo, è possibile personalizzare il sistema di illuminazione di ognuno dei tasti presenti, singolarmente.

Sul mercato si trovano diverse versioni di questa tastiera, e la scelta dovrà avvenire in base al tipo di switch che credi sia più idoneo per le tue esigenze. In questo caso, la tastiera Drevo Tyrfing V2 è dotata di uno switch Red Outemo, ovvero uno dei migliori per chi usa questo strumenti per i videogiochi. Non finisce qui, perché questa tastiera meccanica è dotata di un sistema anti ghosting, il che rappresenta un obbligo per gli appassionati di gaming.
Già detto del prezzo, a dire poco competitivo, occorre sottolineare anche l’eccellente qualità dei materiali. La tastiera Drevo Tyrfing V2 si dimostra infatti particolarmente solida e robusta, grazie alla presenza di un pannello in lega di alluminio. L’incisione sui tasti è a laser, mentre il cavo USB è placcato in oro, oltre che rivestito in nylon.

Drevo Tyrfing V2
  • Retroilluminazione RGB personalizzabile: Comprende 9 colorazioni preimpostate e 14 differenti modalità di illuminazione dall'elevata resa cromatica con 16 milioni di opzioni colore.
  • Vera tastiera meccanica: Anti-ghosting ed N-key Rollover ti permettono di controllare ciascun tasto in modo indipendente, garantendo un'ottima responsività, mantenendo una certa fluidità.
  • Eccellente fattura: Pannello in lega di alluminio, cavo USB placcato in oro di alta fattura rivestito in nylon, due piedini in gomma. I unici tasti ABS incisi al laser evitano lo scolorimento e garantiscono una migliore sensazione generale di utilizzo ed una migliore visibilità per la retroilluminazione.
  • Multi-funzione e supporto software: 5 tasti macro programmabili possono registrare le tue combinazioni di tasti per azioni veloci, o cambi di arma e attrezzature durante il gioco. C'è inoltre supporto per il blocco del tasto Windows e i controlli Media. È anche allegato un software molto potente.
  • Garanzia e servizio: Un anno di garanzia limitata. Disponibile nel servizio post-vendita in lingua italiana.

Logitech G413
Logitech è una garanzia assoluta nel mondo delle tastiere, dunque il modello G413 parte subito da ottime premesse. Si parla ancora una volta di un dispositivo economico, anche se il prezzo è superiore rispetto al precedente, visto che si colloca in una fascia di prezzo media. Il suo punto di forza è il design semplice, ma anche l’altissima qualità delle sue prestazioni. Si tratta di caratteristiche che la rendono la soluzione perfetta per chi vuole una tastiera funzionale ma non eccessivamente costosa. Va comunque specificato che in questo modello non è presente un sistema di retroilluminazione dei tasti e tasti aggiuntivi. In altre parole, Logitech G413 presenta solo l’essenziale e non concede spazio agli orpelli.

Per quanto concerne il sistema di switch, in questo caso Logitech ha scelto di impiegare un meccanismo proprietario, dunque unico nel suo genere, e si parla di Romer-G. La sua caratteristica principale è un feedback di grande livello, unito a prestazioni che trovano pochi termini di confronto in questa fascia di prezzo. In secondo luogo, si parla di un dispositivo molto resistente, dato che è stato realizzato con una lega di alluminio di qualità. Ottima la qualità del cavo USB, ma devi fare attenzione al layout. Nello specifico, assicurati di ordinare il prodotto con layout QWERTY, perché in vendita trovi anche quello statunitense.

Logitech G413
  • Lo switch meccanico avanzato Romer-G è stato progettato per offrire prestazioni di alto livello
  • Precisione nell'illuminazione dei tasti: Romer-G è progettato per offrire un'illuminazione nitida e precisa dei tasti
  • Struttura in lega di alluminio per velivoli
  • Passthrough USB: il cavo USB consente di connettere la porta USB passthrough al relativo ingresso
  • Tasti funzione completi

Logitech G613
Con la tastiera meccanica Logitech G613 facciamo un piccolo passo in avanti rispetto al modello recensito poco sopra. Per iniziare, è importante specificare che si parla di un dispositivo wireless, ancora una volta dotato del sistema proprietario di switch Romer-G. Potresti pensare che la connessione wireless sia un difetto, perché teoricamente potrebbe rendere più imprecisi e lenti i comandi. In realtà, almeno in questo caso, non è così, perché la tastiera Logitech G613 dimostra di possedere una connessione solida e performante. Il tutto viene reso possibile dal sistema Lightspeed, ancora una volta sviluppato da Logitech e assente nelle tastiere degli altri produttori. Considera che si tratta di una tastiera più grande rispetto alla media, perché ospita anche una serie di tasti aggiuntivi.

Sfortunatamente in questo dispositivo non è presente un sistema di retroilluminazione, dunque non è esattamente il massimo da usare in ambiente buio o scarsamente illuminato. Di contro, le prestazioni sono di ottimo livello e anche la durata della batteria garantisce un’autonomia di tutto rispetto. Non a caso, si parla di valori decisamente superiori, se messi a confronto con altre tastiere meccaniche wireless della medesima fascia di costo. Inoltre, è il caso di specificare che si tratta di un ottimo dispositivo per il gaming, anche per via della presenza di sei tasti che possono essere regolarmente programmati. Infine, il già citato sistema Lightspeed garantisce una frequenza di aggiornamento pari ad un solo millisecondo.

Offerta
Logitech G613
  • La tecnologia wirreless Lightspeed offre prestazioni ottime e efficienza energetica, essendo reattiva e veloce
  • Romer-G gli switch meccanici offrono prestazioni meccaniche precise e grande silenziosità per una durata prevista di 70 milioni di clic
  • Tasti G: i sei tasti programmabili possono essere assegnati a comandi diversi a seconda del profilo
  • Multi-host: la doppia connettività, tramite Lightspeed, offre una frequenza di aggiornamento di 1 solo millisecondo oppure il Bluetooth consente di controllare più dispositivi
  • G613 è la tastiera per giochi meccanica wireless che offre prestazioni ottimali, progettata per un mondo senza fili

Razer BlackWidow Chroma V2 Tournament Edition
Molto interessante è anche la tastiera meccanica Razer BlackWidow Chroma V2 Tournament Edition, un prodotto chiaramente indirizzato agli appassionati del gaming. Razer, non a caso, è uno dei marchi più importanti in questo settore, se non il più importante in assoluto, e questo prodotto lo conferma. La tastiera meccanica in questione, infatti, presenta una qualità di costruzione di livello altissimo, dato che è stata realizzata completamente in metallo. Questo è un elemento che la rende una scelta ottimale per i videogiocatori esigenti, soprattutto per una questione legata alla resistenza nel tempo. Per quanto concerne lo switch, anche in questo caso ci si trova davanti ad un sistema proprietario di Razer, e si parla di New Razer Yellow Switches. Risulta essere un meccanismo silenzioso e dotato di un ottimo livello di linearità.

Un’altra caratteristica importante è la presenza del sistema anti ghosting, che arriva fino ad un totale di 10 tasti da premere in simultanea. Poi è presente il sistema di retroilluminazione dei tasti RGB Chroma, 16.8 milioni di opzioni di colore, grande classico dei prodotti Razer, insieme ai tasti aggiuntivi per i controlli multimediali.

Offerta
Razer BlackWidow Chroma V2 Tournament Edition
  • New Razer Yellow Switches (Lineare & Silenzioso)
  • Durevolezza Estrema - ogni Switch Meccanico Razer è progettato per sopportare sino a 80 milioni di attuazioni e provvisti di una garanzia di 2 anni
  • Tastiera Meccanica con facile accesso ai tasti multimediali per un comodo controllo volume e riproduzione audio/video; anti-ghosting sino a 10 tasti premuti contemporaneamente
  • Esprimi te stesso con l'illuminazione Chroma da oltre 16.8 milioni di opzioni colore
  • La scelta migliore per Tornei, LAN e Gaming Competitivo combinata allo Stile

Corsair K68 RGB
L’ultimo prodotto che segnaliamo nel nostro elenco delle migliori tastiere meccaniche in commercio è Corsair K68 RGB. Qui il prezzo sale leggermente, non a caso si parla del dispositivo più caro della nostra lista, ma le sue caratteristiche di livello professionale ne giustificano ampiamente il costo. Si parla, non a caso, di una delle tastiere in assoluto più resistenti sul mercato, perché Corsair K68 RGB ha una scocca in grado di resistere sia allo sporco che ai liquidi. Un altro aspetto da sottolineare è la presenza di un sistema di retroilluminazione di qualità elevata, accessoriato con una vasta gamma di soluzioni cromatiche. Poi è ovvio che, trattandosi di un prodotto progettato per il gaming, non può mancare la possibilità di programmare i tasti. In questo caso si fa riferimento al software proprietario CUE, tra i più performanti in termini di programmazione di macro.

Per quanto riguarda gli switch, la tastiera meccanica Corsair K68 RGB monta dei classici Cherry MX Red senza feedback sonoro. Una loro caratteristica è anche la bassa resistenza delle molle, insieme ad una risposta rapidissima e ad un ritorno piacevole del tasto. Prima di concludere, occorre ritornare sul fattore resistenza di questo dispositivo. Parliamo infatti di una tastiera dotata di certificazione IP32, che si oppone in modo egregio a infiltrazioni non solo di polvere, briciole e sporco, ma anche dei liquidi. In altri termini, tutte le specifiche viste finora rendono Corsair K68 RGB una delle tastiere meccaniche più efficienti per gli appassionati di videogiochi.

Offerta
Corsair K68 RGB
  • Switch tedeschi Cherry MX Red lineari e veloci senza click udibile; le caratteristiche degli switch lineari unite ad una molla a bassa resistenza offrono una risposta veloce e un ritorno confortevole del tasto
  • Retroilluminazione RGB brillante per ciascun tasto: personalizzazione praticamente illimitata dell'illuminazione
  • Oppure utilizza una serie di effetti preinstallati integrati
  • Resistenza all'infiltrazione di polvere e liquidi: grazie alla certificazione IP32, che offre protezione in caso di incidenti, non dovrai preoccuparti e potrai continuare a giocare
  • Completamente programmabile con CUE: il software Corsair Utility Engine (CUE), intuitivo e potente, consente la programmazione sofisticata di macro ed effetti dinamici di illuminazione

Tastiere Meccaniche più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle tastiere meccaniche più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *